C.R.T. MAGAZINE, di oggi 13 Dicembre 2019, scienza, spazio, video…..

SPAZIO – DETRITI SPAZIALI — Anche nel cosmo c’è spazzatura, ovvero detriti artificiali che sono satelliti e frammenti di satelliti e razzi. Oggi l’Agenzia spaziale europea (Esa) ha appena commissionato la prima missione al mondo per rimuovere un elemento di questa spazzatura cosmica, che è via via aumentata in maniera importante negli ultimi anni, anche a causa della crescita delle attività nello spazio. E tutti questi detriti potrebbero rappresentare un pericolo per i satelliti attualmente in orbita, come sottolinea l’Esa, che in una nota annuncia di voler iniziare l’opera di rimozione e di aver previsto per il 2025 il lancio della missione ClearSpace-1.  I satelliti e le missioni sono una risorsa preziosa per conoscere meglio lo spazio e l’universo e sono utili anche per l’osservazione terrestre, la meteorologia, la ricerca sul clima, le telecomunicazioni e per applicazioni in molti altri settori. Ma ormai i corpi nello spazio sono davvero tanti: in quasi 60 anni di attività ci sono stati più di 5.200 lanci di satelliti e oggi in orbita ce ne sono circa 2mila attivi e ben 3mila non operativi. Mentre parlando di piccoli oggetti e frammenti (dunque non di satelliti interi) l’Esa cita la presenza di ben 23mila elementi ancora nello spazio, monitorati dal sistema di sorveglianza statunitense.

MALTEMPO ITALIA — Ieri è caduta la prima neve della stagione in pianura al Nord Italia, ma è stato soltanto un piccolo “antipasto” rispetto alla “Tempesta di Santa Lucia” che domani, Venerdì 13 Dicembre, colpirà in modo intenso tutto il Paese. Abbiamo avuto anche forti venti di maestrale soprattutto in Sardegna e Sicilia, con raffiche misurate di 115km/h a Capo Carbonara, 80km/h a Olbia, 65km/h a Trapani, ma anche in questo caso s’è trattato soltanto di un piccolo “assaggio” dei fenomeni estremi di domani, quando il maestrale soffierà su tutto il Tirreno con raffiche superiori ai 130km/h provocando violente mareggiate sulle coste di Lazio, Campania, Calabria e Sicilia.

E’ scesa la neve a visitare la valle.
Giunge senza rumore. Così scendono i sogni.
Guardiamola scendere. Ha dita così dolci,
così lievi e sottili, che sfiorano senza toccare. (Gabriela Mistral)

SALUTE — INFLUENZA — La vaccinazione antinfluenzale non è consigliata solo a chi ha più di 65 anni. “Tutti i soggetti, di qualsiasi età, con malattie croniche come asma bronchiale, patologie cardiache, malassorbimento, immunodepressione o patologie neuromuscolari, dovrebbero vaccinarsi contro l’influenza” spiega Susanna Esposito, Professore Ordinario di Pediatria all’Università di Parma e Presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (WAidid). “Inoltre – prosegue – è stato osservato come il vaccino sia efficace per ridurre i casi di influenza anche in bambini sani di età compresa tra 6 mesi e 5 anni. Non va dimenticato, inoltre, che la vaccinazione è raccomandata alle donne in qualsiasi trimestre di gravidanza e a tutti coloro che lavorano a contatto con il grande pubblico, quindi ad esempio medici, insegnanti o forze dell’ordine”.

MALTEMPO ISLANDA — Il ciclone bomba sull’Islanda ha cominciato a perdere potenza, ma non senza aver lasciato danni considerevoli sulla sua scia, soprattutto quando si tratta di condizioni delle strade. Quasi tutte le strade del Paese sono state chiuse a causa delle condizioni proibitive, con venti che soffiavano fino a 190km/h e condizioni di blizzard estreme. I soccorritori sono stati sommersi dal lavoro, rispondendo a circa 600 chiamate di emergenza, la maggior parte delle quali erano relative a blackout o alla messa in sicurezza di piccole imbarcazioni nei porti. Non ci sono state notizie di feriti gravi e i danni strutturali sono stati minimi. In alcuni casi, ci sono stati tetti divelti e alberi abbattuti. Nel nord-ovest del Paese, colpito più duramente dalla tempesta, la fornitura di energia elettrica è stata interrotta in diverse comunità e alle Isole Westman, i venti sono stati così violenti da rovesciare un camion.

MALTEMPO USA — Un’ondata di gelo negli USA ha lasciato molte aree dell’Upper Midwest con temperature glaciali. Nelle località di stati come North Dakota e Minnesota, la colonnina di mercurio è scesa abbondantemente sotto lo zero. In Minnesota, le temperature a Chanhassen sono piombate a -20°C. Il Minneapolis-St. Paul International Airport ha registrato una temperatura di -20,5°C.Un costante e gelido vento negli scorsi giorni ha solo peggiorato le condizioni. Secondo Brett Rossio, meteorologo di AccuWeather, le temperature percepite sono precipitate oltre i -34°C in alcune località del Midwest. Fargo (North Dakota) è scesa a -36°C di temperatura percepita, mentre St. Cloud (Minnesota) è piombata a -34°C.

TERREMOTO TOSCANA — Una scossa di terremoto di magnitudo 3.0 ha colpito ieri l’Appennino tosco/emiliano. La scossa s’è verificata alle 11:23 a ben 28km di profondità, con epicentro tra Borvo Val di Taro, Pontremoli e Medesano, in una zona di montagna in cui sta nevicando. La scossa è stata avvertita fino a Parma, Reggio Emilia, La Spezia, gran parte dell’alta Toscana, dell’Emilia e della Liguria di Levante.

VULCANO IN NUOVA ZELANDA — Sono otto i morti in seguito all’eruzione improvvisa dell’isoletta vulcanica disabitata a nord della Nuova Zelanda, che ha colto di sorpresa una cinquantina di turisti. Due persone ricoverate in ospedale con terribili e vaste ustioni non ce l’hanno fatta. Secondo le autorità vi sono ancora altri 8 dispersi, probabilmente sepolti sotto la cenere, perché in superficie di loro non c’e’ traccia. Le persone ancora ricoverate sono 28, e di queste almeno 23 sono in condizioni critiche. Il bilancio delle vittime potrebbe crescere ulteriormente. Per sfuggire alla cenere e ai lapilli, molti dei turisti intrappolati si sono buttati in mare e sono riemersi con gravi ustioni.

SULLA NEVE — Non esiste un solo fiocco di neve uguale all’altro. Wilson Bentley amava fotografarli e li chiamava “snow blossoms” (fiori di neve) o “miracles of little beauty” (miracoli di piccola bellezza).

SULLA NEVE — Mi chiedo se la neve ama gli alberi e campi, che li bacia così dolcemente. E li copre come con una morbida trapunta bianca; e forse dice “Andate a dormire, cari, finché non arriva l’estate di nuovo.”
(Lewis Carrol, Alice nel paese delle meraviglie)

Hits: 62