C.R.T. MAGAZINE, di oggi 03 FEBBRAIO 2020, scienza, spazio, video…..

SPACEWEATHER — Vento solare a 430km/sec all’incorca nella norma, sta ruotando fuori dal Sole l’unica regione attiva con 11 macchie solari appartenente ancora al vecchio ciclo solare. La radiazione solare resta bassa a 73sfu e le probabilità di aurore polari sono del 20% valore alquanto basso in quanto non ci sono buchi coronali consistenti. Lo scudo geomagnetico segna kp1-kp2 al massimo troppo tranquillo per avere una propagazione sufficiente con lo skip corto. Detto tra noi a parte qualche scorcio di tempo la propagazione è proprio un disastro… Oggi anche il passaggio di un piccolo asteroide di 37 metri di larghezza massima ma transiterà molto distante dal nostro pianeta.

CLIMA E METEO — Nel corso della prossima settimana, assisteremo in sede Mediterranea, a una sorta di prova di forza da parte delle due figure bariche principali invernali e contendenti il nostro bacino. Da una parte avremo l’anticiclone subtropicale che, oramai, ha egemonizzato la prima parte dell’inverno, attribuendosi un vantaggio parziale in questa partita stagionale e, in affronto, il fronte subpolare che, evidentemente conscio di soccombere in questa stagione, tenterà un sussulto, quasi a voler dimostrare che c’è anche esso, con voglia di riscatto.
A pagarne le spese, in questo sfoggio di forze, sarà l’Italia giusto in corrispondenza della quale, i due attori invernali decideranno l’affronto. In circa 48/60 ore si deciderà tutto, poiché l’alta subtropicale sembra avere un alleato, ossia un poderoso flusso atlantico il quale costituirà senz’altro “l’asso nella manica” nella figura stabilizzante. Per quanto ben strutturata, l’irruzione subpolare è destinata a soccombere e anche in tempi mediamente brevi. Nel piccolo periodo di freddo intenso la colonnina di mercurio potrebbe scendere anche di 20 gradi in poche ore….

“Abbiamo isolato il virus”, ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza durante una conferenza stampa allo Spallanzani. “Aver isolato il virus significa molte opportunita’ di poterlo studiare, capire e verificare meglio cosa si puo’ fare per bloccare la diffusione. Sara’ messo a disposizione di tutta la comunita’ internazionale. Ora sara’ piu’ facile trattarlo”. “Ora i dati saranno a disposizione della comunita’ internazionale. Si aprono spazi per nuovi test di diagnosi e vaccini. l’Italia diventa interlocutore di riferimento per questa ricerca”, ha detto ancora il direttore scientifico dell’Istituto Spallanzani Giuspeppe Ippolito nel corso di una conferenza stampa. Intanto gli italiani bloccati a Wuhan, a causa della quarantena decisa per contenere l’epidemia del nuovo coronavirus, sono stati trasportati in autobus all’aeroporto internazionale della città, in attesa dell’arrivo dell’aereo messo in campo dall’Unità di crisi della Farnesina che provvederà al loro rimpatrio. Secondo quanto riferito da alcuni connazionali, il trasporto con largo anticipo è dovuto alle procedure burocratiche da fare, incluso un primo check di verifica sullo stato di salute. Tutte le info sul CoronaVirus in uno speciale apposito 

METEO OGGI — Lunedì 3 febbraio
Nord: Nebbie al mattino sulla Val Padana in dissolvimento. Molte nubi tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, nonché sul Levante Ligure ma senza fenomeni associati. Temperature in rialzo, massime tra 14 e 19.
Centro: Cieli a tratti nuvolosi tra Toscana e Umbria ma in un contesto asciutto; più sole sulle altre regioni. Temperature in rialzo, massime tra 17 e 21.
Sud: Nubi sparse sulle regioni tirreniche ma senza fenomeni associati, tempo più soleggiato invece altrove. Temperature in aumento, massime tra 18 e 22.

SPAZIO — Un bolide ha illuminato il cielo in diverse regioni della Russia. Il passaggio dell’oggetto spaziale è stato ripreso in un video da un testimone. Nelle immagini appare la meteora che illumina il cielo più della luna piena, trasformando ”la notte in giorno” per alcuni secondi. Secondo i rapporti, l’oggetto è stato visto nelle regioni russe di Sverdlovsk, Tyumen, Omsk, Chelyabinsk e Kurgan. Non è chiaro se il bolide abbia raggiunto il suolo o si sia disintegrato in atmosfera. Con il termine bolide si indica una meteora di forte luminosità. Presso gli astrofili ”bolide” designa tutte le meteore che raggiungono, durante la loro apparizione, almeno la magnitudine corrispondente al pianeta Venere, l’oggetto più luminoso del cielo dopo il Sole e la Luna.

Hits: 91