Nave Augustus 1926 Award

NAVE AUGUSTUS 1926 il diploma riguarda la prima nave che portava questo nome, un gioiello della marina mercantile italiana, un bellissimo transatlantico, piu in basso l’intera storia molto interessante…

REGOLAMENTO SSB: da lunedi 02 dicembre a domenica 08 dicembre. Un’intera settimana.
Modo: unico SSB. Bande 40 e 80 metri.
PUNTEGGIO: 13 punti per tutti, 11 punti per soci , Fans e iscritti E.W.R. Tutte le stazioni attivatrici valgono un punto. Gli attivatori chiameranno “CQ CQ DE XXXX per il diploma di Nave Augustus”. Sono sempre graditi spots sul cluster e contiamo su un po di propagazione. Non è richiesto log e neanche richiesta diploma, Il punteggio sarà calcolato in base ai log degli attivatori, i diplomi saranno spediti appena possibile. Attivatori: IT9JAV, IT9ECY, IW6ATQ, IQ6KX che ringraziamo. Chi non riuscisse ad ottenere il diploma puo’ con almeno un punto richiederlo con una piccola donazione libera che andrà in beneficienza ai canili di Ancona. si raccomanda di compilare bene il modulo specificando bene il nome del Diploma.

REGOLAMENTO FT8: Il diploma della Nave Augustus si svolgerà anche in FT8 la settimana successiva alla fonia, ovvero da lunedi 9 a domenica 15 dicembre.
Modo unico FT8 bande 40 e 20 metri.
PUNTEGGIO: 6 PUNTI per tutti, le stazioni attivatrici valgono un punto. Sul cluster verrà indicato ufficialmente “FT8 – AUGUSTUS SHIP inf IQ6KX” Non necessita mandare il log ne richieste.
ATTIVATORI da confermare EA7IRV, IW6CAE, IQ6KX. Chi non riuscisse ad ottenere il diploma puo’ con almeno un punto richiederlo con una piccola donazione libera che andrà in beneficienza ai canili di Ancona. si raccomanda di compilare bene il modulo specificando bene il nome del Diploma.

ATTENZIONE entrambi i regolamenti potrebbero subire leggere variazioni, pertanto, si consiglia di visitare questa pagina prima dell’inizio del diploma.

STORIA DELLA NAVE — Dopo la fine della prima guerra mondiale, molte compagnie di navigazione hanno progettato la costruzione di nuove navi, una volta che la situazione economica fosse migliorata. La compagnia italiana Navigazione Generale Italiana ordinò ai cantieri Ansaldo la costruzione di due transatlantici. La prima nave fu il transatlantico Roma, varato all’inizio del 1926, la seconda, varata nel dicembre dello stesso anno è stata battezzata Augustus ed ebbe come madrina del varo Edda Mussolini figlia del capo del governo italiano Benito Mussolini. L’Augustus era all’epoca la più grande motonave passeggeri al mondo e a differenza della gemella Roma equipaggiata con propulsione a vapore con caldaie e turbine era invece dotata di propulsione diesel con quattro motori Savoja M.A.N a 2 tempi doppio effetto[2] che sviluppavano 28.000 CV di potenza, consentendo alla nave di raggiungere la velocità di 19-20 nodi. Gli interni erano decorati in stile neobarocco e liberty, con la partecipazione tra l’altro del pittore Galileo Chini. L’Augustus fu la prima nave ad avere un ponte lido con piscina all’aperto. La nave levò gli ormeggi per il viaggio inaugurale il 10 novembre 1927 sulla linea Genova – Napoli – Buenos Aires operando inizialmente sulle rotte verso il Sud America, mentre la gemella era destinata sulle rotte del Nord Atlantico. Successivamente l’Augustus venne destinato alle rotte verso il Nord America effettuando il 28 agosto 1928 il suo primo viaggio Genova – Napoli – New York.  Il 28 dicembre 1931 a New York ebbe termine l’ultimo viaggio sotto le insegne della Navigazione Generale Italiana e al suo arrivo a New York la nave venne trasferita alla neo costituita Italia – Società di Navigazione in quanto dal 1º gennaio la società Navigazione Generale Italiana confluì, insieme ad altre Compagnie di Navigazione nella Italia – Società di Navigazione. La nave fece il viaggio di ritorno da New York a Genova con le insegne della nuova compagnia. La nave fece suo primo viaggio Genova – Napoli – New York per conto della Società di Navigazione Italia il 1º marzo 1932, mentre l’ultimo avvenne nel settembre 1933, al termine del quale la nave venne nuovamente trasferita sulle rotte per il Sud America. Nel 1941, durante la Seconda guerra mondiale, Augustus e Roma vennero requisite dalla Regia Marina per essere trasformate in portaerei. L’Augustus venne ribattezzato prima Falco e poi Sparviero, ma a causa delle sempre maggiori difficoltà belliche non fu possibile portare a terminare i lavori, quali, all’armistizio, erano ancora appena all’inizio, essendo state eliminate le sovrastrutture. Lo scafo venne catturato dai tedeschi. Nel settembre del 1944 i tedeschi in ritirata, per impedire l’utilizzo del porto di Genova da parte degli alleati, rimorchiarono la nave all’imboccatura del porto affondandola. Nel 1946, a guerra terminata, l’unità fu recuperata e successivamente venduta per demolizione.