Nasce una nuova associazione l’A.R.F.I.

“Nuova” associazione … no avete capito male non ce ne andiamo dalla nostra amata associazione radioamatoriale ! Non abbiamo litigato con nessuno e non ci hanno fatto girare i cosiddetti. La nostra associazione non è un club privato ma uno strumento per raggiungere un obiettivo.  Esistono tante associazioni di radioamatori appartenenti alle forze dell’ordine ed ai corpi armati e militari dello Stato sia in Italia che all’estero ad elencarle tutte si diventa matti … ma nell’ambito della Guardia di Finanza non si era mai riusciti a fare  nulla di questo.   Costruire un’associazione non è un gioco da ragazzi, ce ne siamo accorti quasi subito. Per coloro che non indossano la divisa faccio presente che l’articolo 1475 comma 2 del Codice di ordinamento militare impedisce ai membri delle forze armate italiane – di cui fanno parte esercito, marina militare, aeronautica militare, carabinieri e guardia di finanza – di costituire associazioni (sindacali).

Questo ci complicava ulteriormente la vita infatti abbiamo impiegato fiumi di inchiostro per spiegare chiaramente che l’istituenda associazione era più assimilabile ad un circolo culturale , evidenziato chiaramente che gli argomenti trattati interesseranno solo il mondo radioamatoriale.  In realtà già dallo scorso anno eravamo presenti su FB, ed addirittura qualche collega, qualche anno prima ci aveva preceduto tentando in un’analoga iniziativa fondando un forum di discussione http://grfg.forumattivo.com/login.

Restare solo a livello di social è un po’ sterile. Dopo il primo tentativo del forum attivo andato a buca abbiamo avuto molte difficoltà a riformare il gruppo poiché in molti era subentrata la rassegnazione … ma il motto d’annunziano “nec recisa recedit” forse ci ha fatto trovare la determinazione e grazie alla strada tracciata dall’ www.assoradiomarinai.it in particolare l’incoraggiamento del presidente Alberto IT9MRM ci ha fornito ottimi consigli per gestire il peso delle stellette, e prendere contatto con l’alta gerarchia.

Ma facciamo un passo molto indietro: La Guardia di Finanza è un corpo di polizia con ordinamento militare info direttamente tratte dal sito ufficiale: <<La nascita della Guardia di Finanza risale al 1° ottobre 1774, quando venne costituita la “Legione Truppe Leggere” per volere di Vittorio Amedeo III, Re di Sardegna. Fu il primo esempio in Italia di un Corpo speciale istituito per il servizio di vigilanza finanziaria ai confini, oltre che per la difesa militare. Compiuta l’unificazione d’Italia, i vari Corpi di finanza dei cessati Stati italiani si fusero nel “Corpo delle Guardie Doganali”, istituito nel 1862 per la vigilanza doganale, nonché, in tempo di guerra, impiegato per la difesa dello Stato. Con la Legge 8 aprile 1881, n. 149, il Corpo assunse la denominazione di “Corpo della Regia Guardia di Finanza”>> E neppure studiandolo per tempo saremmo riusciti a far coincidere la fondazione della nostra associazione con la nascita della “Legione Truppe Leggere” ! Neanche a farlo apposta dal 1/10/2108 anche la G. di F. ha un suo club radioamatoriale … una data migliore non poteva essere scelta perchè come anzidetto nel 1774, nello stesso giorno, è nata la “Legione Truppe Leggere” . La sede è ubicata in Terni presso l’abitazione del presidente, ed è composta dai seguenti radioamatori, nonché appartenenti al Corpo della Guardia di Finanza in servizio ed in congedo:

– RENATO nominativo ministeriale IZ0HLY (presidente)

– MASSIMO  nominativo ministeriale IU7HVR (vicepresidente)

– FRANCESCO nominativo ministeriale IZ1KVQ (segretario)

– CARLO nominativo ministeriale IX1VGS  (consigliere nazionale)

– LORETO nominativo ministeriale IZ7PMQ (consigliere nazionale)

L’A.R.F.I. “Associazione Radioamatori Finanzieri Italiani” ODV è costituita senza fini di lucro e con fini di solidarietà, radiantistici, protezione civile. Gli obbiettivi di A.R.F.I. sono, oltre quello di creare “il gruppo”, è quello di istituire in primis, un award “Fiamme Gialle” che vedrà i colleghi in aria a trasmettere con il prorio nominativo e di richiedere un nominativo di sezione utilizzabile nelle manifestazioni ufficiali. Vi terremo informati sulle prossime iniziative. Il tutto nella speranza di trovare spazio nelle vostre pagine