C.R.T. MAGAZINE, di oggi 02 Agosto 2019, scienza, spazio, video, spaceweather… @Astro_Luca video News

Latest Message: 1 year, 8 months ago

PROSSIMO APPUNTAMENTO CON IL MAGAZINE LUNEDI 5 AGOSTO…

C.R.T. MAGAZINE —  Info whatsApp 340.666.74.51 

 E’ possibile donare anche con bonifico bancario, PostePay,
POSTEPAY P2P,Hype, N26, Circle Pay, Satispay e
altre info clicca qui

SPACEWEATHER  01 AGOSTO 2019 — Non è affatto una bella giornata per la propagazione con segnali bassini un po su tutte le bande a parte i 14Mhz che in questo periodo è la banda signora, l’unica. Voto oggi diamo 4. Poche regioni e segnali bassi con lo skip corto in 40 metri. Sul Sole per il nono giorno consecutivo non ci sono regioni attive quindi macchie solari. In totale sono 141 i giorni senza macchie solari nel 2019. La radiazione è 67 sfu e lo scudo a kp2, sarebbe prevista una tempesta geomagnetica per oggi ma la momento non si è vista.   In 40 metri in serata il sud-est asiatico in FT8 con buoni segnali sui 40m e anche una stazione interessante che ho avuto modo di collegare 4K6N…

SPAZIO — TROVATA UNA NUOVA TERRA — In gergo tecnico gli scienziati l’hanno battezzata GJ 357d, tradotto per noi terresti in super Terra. Questo perché “se fatta di roccia”, come precisa la Nasa, potrebbe essere grande circa il doppio del nostro Pianeta. Il merito della scoperta di tre nuovi esopianeti, a soli 31 anni luce dalla Terra, nella costellazione dell’Idra, è attribuito al “cacciatore di pianeti” della Nasa Tess (Transiting Exoplanet Survey Satellite). In orbita dal 2018, la sonda ha lo scopo di individuare esopianeti cui potrebbero esserci le condizioni per ospitare vita. “Se la super Terra ha un’atmosfera densa – precisano gli scienziati – cosa che determineranno gli studi futuri, potrebbe trattenere abbastanza calore per riscaldare la superficie e avere acqua liquida”. Gli altri due pianeti, ribattezzati GJ 357 b e c, si trovano invece troppo vicini per essere abitabili.

SCOPERTI NUOVI VULCANI IN SICILIA — I fondali che circondano la nostra penisola riservano ancora molte sorprese: una nuova ricerca ha infatti individuato una serie di vulcani a pochi chilometri dalle coste della Sicilia sud–occidentale, scoperti nel corso di due campagne geofisiche condotte a bordo della nave da ricerca Ogs Explora.
Grazie alle mappe batimetriche ad alta risoluzione e alle prospezioni sismiche e magnetiche, i ricercatori dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (Ogs) hanno ricostruito in dettaglio la morfologia del fondo marino, individuando per la prima volta tre vulcani e confermando le precedenti ipotesi riguardo all’esistenza di altri tre. “Tutti i vulcani che abbiamo rilevato sono localizzati entro 22 chilometri dalle coste della Sicilia; uno in particolare si trova a soli 7 km da Capo Granitola” spiega Emanuele Lodolo, ricercatore di Ogs. I vulcani si trovano a profondità tra 180 e 80 metri e il loro diametro varia da circa 400 a 1200 metri.

Tra i nostri piu assidui amici del C.R.T.  Ciao Rosveldo IZ6FHZ 

SPAZIO – Un vero successo: LightSail 2 ha compiuto la sua missione primaria innalzando l’apogeo della sua orbita di circa 2 chilometri in 4 giorni! Ora, per un mese, si tenterà di continuare la sperimentazione. E c’è anche una nuova immagine.  Secondo quanto riportato dal sito della società, sembra che LightSail 2 stia funzionando come calcoli e teoria avevano previsto. Sembrerebbe quindi possibile sfruttare il Sole (o meglio, le particelle che arrivano dal Sole) per muoversi nello Spazio senza l’ausilio di carburanti. Una vera rivoluzione nell’ambito dell’esplorazione del Cosmo. Dopo alcune modifiche per poter sfruttare il Sole correttamente, LightSail 2 ha modificato la propria orbita senza motori aggiuntivi dimostrando che effettivamente l’esperimento funziona. I dati parlano di una modifica dell’orbita di 2 chilometri in 4 giorni per l’apogeo mentre il perigeo è anch’esso coerente con i calcoli (che tengono conto della resistenza dell’atmosfera).

Hits: 97