C.R.T. MAGAZINE, di oggi 01/02 GENNAIO, scienza, spazio, video…..

Tanti auguri per uno strepitoso 2020 a tutti gli amici del Conero Radio Team, sia radioamatori, appassionati della radio ma anche a tutti gli amici degli animali, dell’ambiente e dello spazio….  

SONO APERTE LE ISCRIZIONI AL CONERO RADIO TEAM

Perchè Gennaio — Archiviato Dicembre e il 2019, è iniziato Gennaio e di conseguenza il 2020: ma perché il primo mese dell’anno si chiama così? Il nome Gennaio deriva dal dio romano Giano (Ianuarus), divinità che rappresentava ogni forma di passaggio e mutamento (Gennaio è infatti il mese che dà inizio al nuovo anno).Il calendario romano originale era più breve di quello gregoriano: fu Numa Pompilio ad aggiungere Gennaio e Febbraio, rendendo l’anno uguale a quello solare.  Marzo rimase il primo mese dell’anno sino alla metà del II secolo d.C.: dopo tale data, l’inizio dell’anno venne identificato con Gennaio in quanto periodo in cui venivano scelti i consoli e i magistrati. Fino al 46 a.C. nell’antica Roma l’anno iniziava il 1° marzo, due mesi dopo rispetto ad oggi: Settembre era il settimo mese dell’anno, Ottobre l’ottavo, Novembre il nono, Dicembre il decimo. Inizialmente il mese di luglio era chiamato Quintilis (quinto mese) ed agosto Sextilis (sesto mese). La riforma del calendario, promulgata da Giulio Cesare ed introdotta nel 46 a.C. introdusse il nome “luglio” in suo onore, e agosto invece deriva il suo nome da Ottaviano Augusto.  Il calendario in uso oggi nei paesi occidentali è il calendario gregoriano, introdotto nel 1582.

GROSSO ASTEROIDE DI PASSAGGIO OGGI —  La segnalazione della Nasa: il passaggio ravvicinato dell’asteroide è previsto per le 15, ora italiana, del 2 gennaio 2020. Il 2020 si apre con il passaggio ravvicinato di un asteroide di notevoli dimensioni. La segnalazione arriva dalla Nasa: il corpo celeste vanta dimensioni considerevoli. Grande come un bus, viagga alla velocità di 30mila chilometri orari. Secondo quanto dichiarato dall’agenzia spaziale statunitense, il momento di massima vicinanza dovrebbe essere previsto per le 15 ora italiana.
Ma senza alcun rischio per il pianeta: infatti passerà ad una distanza massima di 1,6 milioni di chilometri. 2019 AE3, questo il nome dell’asteroide, rappresenta però una splendida occasione per appassionati di astronomia, che avranno l’opportunità di seguirne il percorso anche online sul sito theskylive. Già il 26 dicembre 2019 un altro asteroide, chiamato CH59, si è avvicinato alla Terra ad una velocità di circa 44.000 chilometri orari.

I pianeti di Gennaio 2020
Mercurio: il 10 gennaio il pianeta è in congiunzione con il Sole
Venere: : il pianeta più luminoso consolida il suo predominio nel cielo serale
Marte:  il pianeta è osservabile e Sud-Est poco prima dell’alba
Giove: a fine mese ricompare nel cielo del mattino
Saturno: rimane inosservabile per tutto il mese
Urano: lo si può osservare agevolmente, molto alto in cielo nella prima parte della notte
Nettuno: il pianeta è ancora osservabile per breve tempo sull’orizzonte occidentale
Plutone: il 13 gennaio si trova in congiunzione con il Sole

 

Hits: 320