C.R.T. MAGAZINE del 13 Marzo 2019

SPACEWEATHER DEL FUTURO — Il futuro prevede tempeste solari sempre più violente, di un’intensità molto maggiore di quella che nel 1859 è passata alla storia per aver creato gravi danni sulla Terra, e aurore boreali visibili anche a Roma. Lo rivela lo studio delle impronte dell’attività solare lasciate nei ghiacci. La ricerca, pubblicata sulla rivista dell’Accademia delle Scienze Americana (Pnas) da un gruppo dell’Universita’ svedese di Lund, accende l’allarme sulla sorveglianza del meteo solare. Le tempeste solari sono piogge di particelle a elevata energia scatenate da violente esplosioni sulla superficie del Sole. Gli autori dello studio, coordinati da Raimund Muscheler, hanno analizzato ghiacci della Groenlandia vecchi di 100.000 anni, trovando in alcuni radionuclidi i segni di una tempesta solare molto potente del 660 a.C.

ISCRIVITI O FAI UNA DONAZIONE

SOYUZ PRONTA PER IL LANCIO DI DOMANI VERSO LA ISS — La navicella Soyuz MS-12 è stata trasportata sulla piattaforma di lancio presso il cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan. Gli astronauti dell’Expedition 59/60 Christina Hammock Koch, Nick Hague e Alexey Ovchinin si stanno preparando per la partenza alla volta della Stazione Spaziale Internazionale, in programma il 14 Marzo 2019.

ASTROFISICA — Passo cruciale verso la costruzione della più grande rete di radiotelescopi del mondo, chiamata Ska.  L’Osservatorio che dovrà realizzarla è nato oggi a Roma, dove sette Paesi sotto la guida dell’Italia hanno firmato il Trattato internazionale che istituisce lo SKA Observatory (SKAO), che si prepara a diventarela seconda organizzazione intergovernativa dedicata all’astronomia nel mondo, dopo l’European Southern Observatory(ESO).

SPAZIO ASTRONAUTICA I VIDEO

Il cane è un eterno Peter Pan, non invecchia mai, perciò è sempre disponibile ad amare ed essere amato. (Aaron Katcher)

In principio Dio creò l’uomo, ma vedendolo così debole gli donò il cane.
(Alphonse Toussenel)