D.A.M. MICHAEL COLLINS (Apollo 11)

CONCORSO TERMINATO — CLASSIFICHE RANK
HUNTERS  —  ATTIVATORI

Michael Collins (Roma, 31 ottobre 1930) è un astronauta statunitense che prese parte ai programmi Gemini e Apollo; è noto per essere stato pilota del modulo di comando dell’Apollo 11.  Collins venne scelto, nel 1963, come parte del terzo gruppo di astronauti della NASA che contava quattordici membri, volò nello spazio due volte. Il suo primo volo spaziale fu la missione Gemini 10, in cui lui e il comandante pilota John Young eseguirono un rendezvous spaziale tra due diversi veicoli e intrapresero due attività extraveicolari (EVA, note anche come “passeggiate spaziali”). Il suo secondo volo spaziale fu l’Apollo 11 in qualità di pilota del Modulo di Comando. Mentre Collins rimaneva in orbita intorno alla Luna, Neil Armstrong e Buzz Aldrin furono i primi a mettere piede sula sua superficie. Collins è una delle 24 persone che volarono sulla Luna, il diciassettesimo statunitense nello spazio, la quarta persona (e il terzo statunitense) a compiere una passeggiata spaziale e la prima persona ad aver eseguita più di una. Prima di diventare un astronauta, si era laureato presso la United States Military Academy e da lì si era arruolato nell’Aeronautica degli Stati Uniti dove pilotò i caccia F-86 Sabre alla base aerea di Chambley-Bussieres. Fu accettato nella scuola di pilotaggio sperimentale di volo dell’aeronautica presso la Edwards Air Force Base nel 1960. Fece domanda senza successo per il secondo gruppo di astronauti, ma venne accettato per il terzo. Dopo essersi ritirato dalla NASA nel 1970, Collins accettò un lavoro nel Dipartimento di Stato come Assistente Segretario di Stato per gli affari pubblici. Un anno dopo, divenne direttore del National Air and Space Museum e mantenne questa posizione fino al 1978, quando si dimise per diventare sottosegretario dello Smithsonian Institution. Nel 1980, assunse un posto di vicepresidente della LTV Aerospace. Collins si dimise nel 1985 per avviare la propria società di consulenza.